Napoli GALACTICOS

Pubblicato: 27/08/2013 in calcio napoli

soccia!!!

Che bello il nuovo Napoli alla spagnola, un Real Napoli, quasi GALACTICOS per la presenza dei tre ex merengues in campo. Manovre avvolgenti tese a scardinare gli avversari che si chiudono (vedi azione del primo gol con gli avversari che non hanno capito nulla), sovrapposizioni sulle fascie, non più tre difensori bloccati nè tantomeno lanci lunghi (al 35′ il conteggio era ancora fermo a 0). A prima vista sembra una squadra con finalmente un livello tecnico e di gioco internazionale. Occorre oleare ancora qualche meccanismo, ad esempio gli inserimenti in attacco presentano molte lacune con la conseguente penalizzazione di Higuain. Come attenuante però ci sta la scelta tattica degli avversari che si sono chiusi centralmente facendo in modo che il Napoli preferisse il gioco sulle fascie. Inoltre la tenuta fisica è ancora quella che è, gli ultimi 15 minuti si soffre. Non a caso il bologna l’aveva impostata così: difendiamoci a più non posso fino a quando non hanno più fiato e poi cerchiamo di fare un golletto. Putroppo per loro non hanno fatto i conti con la classe dei vari Pandev, Hamsik, Callejon e soci. Il Napoli ha corso meno del solito, ma lo ha fatto meglio dosando ottimamente le energie. Tipo Pandev che è ripiegato più volte a fare il terzino, in altre tempi non ci sarebbe mai riuscito. Ricordiamoci però che è sempre la prima di campionato e che come ha detto Benitez bisogna seguire il detto spagnolo “Sin prisa, pero sin pausa“, cioè senza fretta, ma inesorabilmente. Che belle pure le conferenze stampa di Rafa, non si sentono più i vari “è il peggior avversario che ci poteva capitare” o “è una partita trappola”. Con questo non voglio rinnegare il passato, bensì sottolineare i lati positivi del cambiamento. Un saluto a Walter Mazzarri che rimarrà sempre nel mio cuore da tifoso come un grandissimo allenatore. Stessa cosa pure per Edinson Cavani, che sta segnando anche oltralpe. Unica nota stonata è stato il Pepita che il lunedì dopo la partita in compagnia di due ragazze ha preso una sbandata in barca a capri e si è beccato una decina di punti di sutura al volto… la sua fama viene confermata…. mandrillone!

Pagelle

Reina sv – tranne durante le esultanze per i gol segnato è stato praticamento inattivo. Solo una conclusione a metà secondo tempo ma gliela hanno tirata praticamente addosso. Annoiato.

Maggio 6,5 – Si deve ancora immergere bene nel nuovo ruolo, pare preoccupato più a non lasciare la fascia sguarnita che ad offendere. Prenderà confidenza col tempo. Buona prestazione.

Britos 6,5 – Partita impeccabile tranne che per due delle sue solite amnesie che in altre occasioni potevano costare caro. E’ un peccato perchè i fondamentali ci sono, specialmente quando si tratta di fare a sportellate contro attaccanti avversari molto fisici tipo l’odierno bianchi. Risvegliato.

Albiol 7 – Come Britos però vigile per tutta la durata del match. Si vede che è bi-campione d’europa e del mondo nonchè ex giocatore del Real, non getta mai un pallone e sa sempre dove farsi trovare. Sicurezza.

Zuniga 7 – Stesso discorso fatto per Maggio solo che Zuzù risulta più incisivo in fase di spinta. A inizio secondo tempo semina pure il panico prendendo palla nella sua zona difensiva e guadagnando una punizione dal limite. Pimpante.

Inler 6 – In tutta qusta giostra di forza, freschezza e novità da alta scuola calcistica è parso l’unico a rimanere lo stesso delle annate precedenti. Senza grosse sbavature ma attendo un suo riscatto nel lungo periodo. Sedentario.

Behrami 7 – Col modulo nuovo gli era stato addirittura pronosticato un futuro da terzino, invece ha giocato nel suo ruolo e in queste partite dove occorre dare mazzate da spesso il meglio di se. Per gli avversari non c’è stato nulla da fare. Leone.

Callejon 7 – Come spesso capita le previsioni supportate dalle prestazioni in precampionato sono state prontamente smentite. Il buon Josè, che sembra essere nato nel modulo di Rafa, sfodera una prestazione super. Cambi di gioco, verticalizzazioni, conclusioni a rete. Pregevole il passettino all’indietro che compie per evitare il fuorigioco nell’azione del suo gol, il primo di questo campionato. Peccato per varie occasioni sprecate. Primatista.

Hamsik 8,5 – Non gli metto il 9 perchè prima del gol di Callejon non aveva indovinato un solo appoggio o conclusione. Dal gol in poi è stato infallibile. Ha propiziato il primo gol con un tiro potente alla “mo vec io se no qua non si segna” e ne ha segnati altri 2. Supremo.

Pandev 8 – Non ha segnato ma ha messo il suo illuminato zampino nell’azioni del primo e del terzo gol. Grandi aperture, passaggi sempre intelligenti e si è addirittura sacrificato in fase di copertura all’ inverosimile. Speriamo che duri.

Higuain 7,5 – Gli hanno negato il gol mettendogli in due lo sgambetto contemporaneamente nell’azione che poi ha portato al terzo gol di Marek, poi altri due se li è mangiati da solo. Perchè del voto così alto? Sarà il mio essere tifoso ma l’ho visto mostruoso nei movimenti, nel tocco e nel difendere la palla. Di un’altra categoria rispetto agli altri di tutto il campionato. Poi se la spassa pure in barca il giorno dopo, rimettendoci (questo è proprio il caso) la faccia… Grandi aspettative.

Mertens, Insigne e Radosevic sv – Entrano quando il bologna era già stato ridotto ai minimi termini.

statistiche

statistiche

copertina

Sintesi

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...