Pareggio isolano, altri due punti persi

Pubblicato: 25/10/2011 in calcio napoli

Scusate il ritardo, ero ancora una volta in attesa di una buona sintesi video e della prima del CdS e anche stavolta niente di fatto. Se qualcuno sa come scaricare video di protocollo rtmp mi faccia sapere perchè a riguardo brancolo nel buio. Ad ogni modo le cose per la nostra squadra del cuore non vanno assai bene, ultime due partite e un misero punticino portato a casa. Peccato perchè domenica potevamo vincere a mani basse. Avvenimento da ricordare: tosel ha multato i tifosi avversari per i cori diffamatori contro i napoletani! Almeno qualcosa di buono c’è stato dai…

Cronaca

Il brivido di due pali per parte nel primo tempo, ma pali pieni per il Napoli, quattro interventi di Agazzi, tre di De Sanctis, un brutto secondo tempo e, alla fine, questo 0-0, primo pareggio esterno degli azzurri, non dà né sapore nè vigore alla formazione di Mazzarri che punta in alto, e, intanto, scala al quarto posto.
Più due punti persi che uno guadagnato contro un Cagliari meno insidioso del temuto, però c’è da considerare che, nonostante il necessario turn-over proposto da Mazzarri, il Napoli è apparso stanco, la corsa è pesante, gli errori individuali sono frutto della mancanza di lucidità e i tre tenori continuano a non cantare: né Cavani e Lavezzi in campo dall’inizio, né Hamsik entrato nella ripresa.
Sui titolarissimi tenuti in panchina (Hamsik, Maggio, Inler) Mazzarri ha puntato dopo un’ora di gioco per concretizzare la superiorità tecnica dei suoi. Non avevano demeritato i sostituti (soprattutto Santana, ma anche Fernandez al centro della difesa e Dzemaili a centrocampo). Il tecnico cercava con i migliori di rompere il muro dello 0-0. Perché erano tre punti importanti da conquistare. Nelle ultime cinque partite gli azzurri hanno raccolto una sola vittoria (a Milano sull’Inter) e cinque punti in cinque gare sanno di rallentamento. Mercoledì sera, a Fuorigrotta, l’Udinese sarà un test difficile che vale l’alta classifica. Si va avanti con tre partite a settimana.
Forze fresche a Cagliari per rinvigorire un Napoli appena uscito dalla battaglia contro il Bayern. Fernandez al centro della difesa per Cannavaro, Santana per Hamisk, rientro di Dossena a sinistra con Zuniga a destra, Dzemaili per Inler. Il Cagliari non prendeva gol da tre partite (ora sono 374 i minuti di imbattibilità di Agazzi). Ma non è un Cagliari audace e il Napoli lo mette subito sotto. Sul cross di Santana, clamorosa traversa di Dossena (1’). Però il Cagliari replica. Sbaglia Gargano a centrocampo, Aronica si fa superare e Nenè si presenta davanti a De Sanctis che salva (4’).
E’ chiaro come andrà la partita. Match faticosamente in pugno agli azzurri e fiammate dei cagliaritani spesso favorite dagli errori a centrocampo del Napoli. Palle perse e insidie che si concretizzano verso la porta di De Sanctis. Il Cagliari pende tutto a sinistra dove si sposta Cossu, il più geniale dei suggeritori, e insistono Nainggolan e Nenè impegnando severamente Campagnaro e Zuniga. Su Cossu defilato sulla fascia usciva spesso con buon esito Fernandez, sicuro nel gioco alto e a palla libera. Un diagonale di Santana fila a lato (7’), Agazzi esce sui piedi di Lavezzi per stoppare il Pocho (13’). Sul corner di Cossu, la fiondata di testa di Canini va fuori (15’). Traversa superiore di Nenè di testa sulla punizione di Cossu (24’). Sui calci piazzati il Cagliari è sempre pericoloso.
Comunque, Cagliari prudente, quindi sempre ben coperto e in contropiede. Santana è il più attivo degli azzurri e non fa rimpiangere Hamsik. Continuo movimento dell’argentino, gran combattente, ma anche insidioso puntando l’area cagliaritana. Vibra il palo destro di Agazzi (32’). Sul corner di Lavezzi, Fernandez in mischia tocca di testa per Santana al limite dell’area piccola. Girata veloce e palo pieno! Due legni in mezz’ora (Dossena e Santana) facevano preoccupare per le sorti azzurre. Fortuna contraria? Non si vedevano mai al tiro Cavani e Lavezzi.
Poiché il Cagliari, che non era né brillante, né ardente, colpiva anch’esso la traversa (35’ Nainggolan), il risultato rimaneva pericolosamente in bilico per il Napoli. Giocava bene Dzemaili, rompendo le trame avversarie e portando avanti la palla. Santana era su di giri. Correva Dossena per i cross. Ma non c’era in campo il miglior Zuniga, né il miglior Gargano. E non c’erano soprattutto Lavezzi e Cavani. Il Matador senza uno solo spunto efficace. Il Pocho chiuso su ogni dribbling. In queste condizioni, il Napoli poteva anche perdere un match che con molta fatica sembrava potesse governare.
Agazzi sventava in angolo un colpo di testa di Santana (39’ ancora un cross di Dossena). De Sanctis era vigile sul colpo verso l’incrocio di Nenè (42’). Poi lo stesso Nenè sprecava con un colpo di testa maldestro una invitante palla-gol servitagli da Agostini (44’).
C’erano timori per le tenuta atletica del Napoli nella ripresa e per gli errori dovuti a stanchezza (Cavani a centrocampo, Gargano, Campagnaro). Erano inevitabili la sostituzione di Lavezzi (54’ Hamsik) e l’impiego di Maggio (67’ per Santana, forse stanco?). Poi in campo anche Inler (71’ per Gargano, infortunio muscolare). La maggiore qualità produceva più di una opportunità. Hamsik lanciava in gol Dzemaili che si faceva parare il tiro (76’). Dzemaili smarcava Maggio a destra, conclusione non trattenuta ma sventata da Agazzi (83’). Sul cross di Maggio, Agazzi toglieva letteralmente il pallone dalla testa di Cavani (85’).
Un match spesso deciso negli ultimissimi minuti fra le due squadre stavolta non riservava sorprese finali. Nel recupero, Cavani non era reattivo su un buon pallone in area (93’). Zuniga fiondava alto l’ultimo pallone (94’). Chi si contenta gode, ma forse Mazzari sta godendo poco. E, intanto, da Manchester arrivano i sei squilli del City allo United. Si complicherà anche la Champions?

Mimmo Carratelli

Pagelle

De Sanctis 7 – Un grandissimo intervento ad inizio partita contro nenè poi normale amministrazione. Ancora una volta migliore in campo.

Campagnaro 6 – Più di una volta gli avanti avversari lo passano con facilità, sufficienza dovuta al fatto di non aver subito gol.

Fernandez 6,5 – Di fiducia. Sui calci d’angolo avversari è un po’ disattento ma non sfigura nel complesso. Bravo a fornire l’assist a Santana stampatosi sul palo.

Aronica 6 – vedi Campagnaro.

Zuniga 5,5 – Torna nel suo ruolo naturale e torna a fare millemila finte inutili. Ha il merito di provarci fino alla fine con un bel tiro.

Gargano 5,5 – Manca Inler e ricomincia a giocare svogliato. Non si accorge di chi lo pressa da dietro e sbaglia una miriade di passaggi. Ha il compito di tamponare “il simulatore della barbagia” cossu. Esce purtroppo infortunato.

Dzemaili 6 – Benchè quello che si dice in giro a me è piaciuto. Ha fatto il suo e per pochissimo non segnava in contropiede. Bravo.

Dossena 6 – Stavolta si è comportato abbastanza bene, si è proposto spesso e ha messo mole palle in area. Peccato che gli attaccanti azzurri non erano tutti in vena.

Santana 6 – media tra il 7 del primo tempo e il 5 del secondo. Parte alla grande, si mangia un gol già fatto, si rende pericoloso e nel secondo tempo lentamente si spegne. Considerando le sue ultime stagione si intravede un barlume di speranza per il futuro.

Lavezzi 4 – E’ stato più pocho del solito: inconcludente, casinista e tatticamente anarchico. Forse perchè crede di essere titolare inamovibile quindi campa un po’ sugli allori.. allora Mazzarri lo sostituisce e lui si incazza. Si fa pure ammonire per fallo di frustazione.

Cavani 4,5 – Credo la peggiore prestazione da quando indossa la maglia azzurra. Su tutti i palloni ci crede meno del solito e non si avverte la sua presenza. Edinson torna presto!

Hamsik 5 – Non incide minimamente sul match.

Maggio 6,5 – Su un suo spunto nel finale il portiere avversario si deve superare, peccato che sulla respinta hanno dormito tutti.

Inler sv – mi sento buono.

Immagini

Sintesi

Cliccare qui.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...